Pixi.

Pixi is a creative multi-concept WordPress theme will help business owners create awesome websites.

Address: 121 King St, Dameitta, Egypt
Phone: +25-506-345-72
Email: motivoweb@gmail.com

Accumulo elettrico da fotovoltaico

Un Impianto Fotovoltaico senza un buon sistema di accumulo verrà sfruttato solo al 20% delle sue reali potenzialità

 

Quando si installa un impianto fotovoltaico sul proprio tetto si presuppone che la bolletta elettrica si azzeri o perlomeno si abbassi drasticamente.

Passato un anno si verifica che non è andata come si sperava, ma abbiamo abbassato la bolletta elettrica solo del 20% o poco più.

Il motivo è questo: Non combaceranno mai i tempi di produzione con quelli di utilizzo nella stessa entità.

L’energia elettrica và consumata subito! contestualmente  alla sua produzione, altrimenti andrà in rete tramite il contatore di scambio e la consumerà il vostro vicino di casa

Per ovviare a questo inconveniente ci sono ora i sistemi di accumulo elettrico , che ci permetteranno di aumentare l’autoconsumo in maniera consistente.

 

 

Nello schema semplificato sopra , vediamo un mix di tecnologie atte a raggiungere la quasi indipendenza energetica, sia termica che elettrica.

Per avere un buon risultato queste tecnologie dovranno essere ben dimensionate in base alle caratteristiche energetiche della casa e soprattutto debbono dialogare tra loro.

 

Sopra vediamo un classico andamento giornaliero di produzione ed autoconsumo di un impianto fotovoltaico senza nessun dispositivo di accumulo.

Come possiamo notare è più l’energia che si  “regala” alla rete che quella che  si consuma, se invece installiamo un sistema di Accumulo con batterie dove quello che non riusciamo a consumare subito lo mettiamo da parte per consumarlo alla sera,  la situazione cambierà come da figura sotto.

In questo modo porteremo l’autoconsumo del Fotovoltaico dal 20 al 60% diminuendo drasticamente il prelievo dalla Rete e di conseguenza ridurremo di molto il costo delle bollette elettriche

Comunque notiamo che rimane  ancora un 40% di energia che ci scivola via, che non riusciamo ad auto consumare, e questo è dovuto al fatto che le batterie hanno un  regolatore di carica che non riesce a catturare tutto e subito , poi una volta cariche le batterie, l’energia in surplus continuerà ad andare nella rete, per ovviare a questo inconveniente adotteremo un’altro sistema di accumulo in cascata ,che è l’accumulo termico da fotovoltaico , che illustrerò in dettaglio un’apposita sezione.